Progetti Analisi dati GIS e Modelli

BiodiversitàMonitoraggioGeologia applicataAnalisi dati GIS ModelliStudi e ricercheIngegneria naturalistica



GIS sviluppati nell’ambito dei progetti di monitoraggio, studi ambientali e biodiversità

GIS mapping di aree subacquee lagunari e marine

  • GIS – rilievo della colonizzazione da parte di organismi macrozoobentonici e macrofitobentonici (velme) lungo transetti, mediante un’ispezione visiva da imbarcazione, e prelievo di campioni sedimento per la determinazione della stabilità del sedimento con produzione di tavole cartografiche in scala 1:2.500;
  • GIS – mappatura delle fanerogame marine e delle macroalghe (su una superficie complessiva di oltre 130 ha) mediante rilievi che sono stati condotti effettuando prospezioni “a vista” da natante a partire da tracciati pianificati sulla base delle foto aeree ed osservando l’effettiva distribuzione vegetativa in campo; produzione di una carta della distribuzione di coperture, biomasse e spessori dei manti macroalgali; la determinazione tassonomica delle principali specie presenti e dei principali parametri (copertura, spessore e biomassa dei manti algali);
  • GIS – monitoraggio subacqueo, rilevamento georeferenziato DGPS e restituzione GIS con produzione di una mappatura/cartografia (scala 1:5000) delle fanerogame marine presenti in prossimità e all’interno delle bocche di porto di Lido, Malamocco e Chioggia;
  • GIS – monitoraggio subacqueo, il rilevamento georeferenziato DGPS e la restituzione GIS con produzione di una mappatura/cartografia (scala 1:50.000) della vegetazione sommersa (fanerogame marine e macroalghe) a scala lagunare;
  • GIS – monitoraggio subacqueo, il rilevamento georeferenziato DGPS e la restituzione GIS con produzione di una mappatura/cartografia (scala 1:10.000) delle fanerogame marine in prossimità delle tre bocche di porto;
  • GIS – raccolta e l’analisi dei dati disponibili relativamente alle caratteristiche chimico fisiche dei fondali e all’abitabilità biologica e individuazione di aree omogenee entro domini ben categorizzati e gestiti con strumenti GIS;
  • GIS – rilievo degli habitat acquatici (velme) tramite monitoraggio subacqueo, rilevamento georeferenziato DGPS e restituzione GIS con produzione di una carta della distribuzione delle fanerogame marine e delle macroalghe in scala 1:10.000;

GIS mapping di aree terrestri e uso del suolo

  • GIS – rilievo fitosociologico e dei principali parametri della vegetazione di barene e canneti con produzione di una mappatura/cartografia (scala 1:5.000);
  • GIS – monitoraggio della vegetazione terrestre (floristico-vegetazionale) mediante ricognizione dettagliata di aree di interesse e produzione di una carta della vegetazione su base fitosociologica alla scala 1:1.000;
  • GIS – rilievo dello stato della vegetazione con produzione di cartografia della vegetazione in scala 1:5.000;
  • GIS – completamento della carta della vegetazione delle barene e dei canneti in scala 1:5.000;
  • GIS – digitalizzazione della carta storica della Laguna di Venezia del 1930, con produzione di una cartografia digitale di uso del suolo della laguna aperta (litorali esclusi) e delle valli da pesca, in scala 1:25.000;
  • GIS – redazione di una cartografia fitosociologia (scala 1:2000);
  • GIS – Campagna di rilievo altimetrico e vegetazionale sugli apparati a barena della laguna di Venezia. Creazione di un GIS dei punti rilevati con associate tutte le informazioni relative a quota, altezza di crescita (statistiche), fitocenosi di riferimento, specie dominanti, caratteristiche morfologiche;
  • GIS – rilevamento georeferenziato DGPS e restituzione GIS con produzione di una cartografia dell’ubicazione delle colonie e dei transetti effettuati;
  • GIS – rilievo dello stato della vegetazione con produzione di cartografia della vegetazione in scala 1:5.000;
  • GIS – rilievo fitosociologico e dello stato della vegetazione (barene) e produzione di tavole cartografiche in scala 1:2.500;
  • GIS – produzione di una cartografia degli habitat omogenei presenti nella fascia di 100 metri all’esterno del perimetro delle due superfici indagate (scala 1:2000);
  • GIS – georeferenziazione dei punti di ascolto (denominate “stazioni”) mediante l’impiego di strumentazioni GPS e mappatura dell’habitat nel raggio di 140 m nella regione autonoma Friuli Venezia Giulia;
  • GIS – studio preliminare e monitoraggio prima, durante e dopo la realizzazione della strada Pedemontana in Veneto (Italia). Redazione della carta dei suoli in ambiente GIS.

Banche dati e inventari

Nell’ambito dei numerosi studi pluriennali relativi alle componenti ambientali terrestri e marine osservate sono state progettate e realizzate delle consistenti Banche dati che riordinano cospicui set di dati. Le principali eco-databank riguardano: l’avifauna, le comunità bentoniche, le fanerogame marine e le macro alghe, la vegetazione terrestre e gli habitat.