Ingegneria naturalistica

Le tecniche d’ingegneria naturalistica sono caratterizzate da un basso impatto ambientale e si basano sull’utilizzo di materiale vegetale vivo e legname come materiale da costruzione, in abbinamento con altri materiali inerti, principalmente pietrame, terra, stuoie in fibre vegetali, fibre sintetiche.

SELC progetta e realizza opere e interventi di riequilibrio morfologico, di recupero, ripristino e riqualificazione ambientale, di difesa e protezione di ambienti costieri, lagunari, fluviali e terrestri, utilizzando tecniche di ingegneria naturalistica.

Ingegneria naturalistica

Le tecniche d’ingegneria naturalistica sono caratterizzate da un basso impatto ambientale e si basano sull’utilizzo di materiale vegetale vivo e legname come materiale da costruzione, in abbinamento con altri materiali inerti, principalmente pietrame, terra, stuoie in fibre vegetali, fibre sintetiche.

SELC progetta e realizza opere e interventi di riequilibrio morfologico, di recupero, ripristino e riqualificazione ambientale, di difesa e protezione di ambienti costieri, lagunari, fluviali e terrestri, utilizzando tecniche di ingegneria naturalistica.

Servizi offerti

  • Assistenza alla progettazione ed esecuzione di interventi di riassetto e ripristino morfologico, ecosistemico, riqualificazione ambientale e paesaggistica
  • Progettazione e realizzazione di interventi di mitigazione e compensazione degli impatti ambientali di opere e infrastrutture
  • Creazione o ricostituzione di ambienti naturali degradati (aree di cantiere, cave e siti degradati), inserimento paesaggistico di luoghi e infrastrutture
  • Rivegetazione su barene di neoformazione con vegetazione alofila
  • Interventi per il contenimento dei danni da erosione (in ambiente lagunare, fluviale, costiero):

– rivegetazione, stabilizzazione e consolidamento di aree costiere, attraverso il recupero e ricostituzione dei cordoni dunali e la messa a dimora di piante pasammofile;

– protezione, recupero e consolidamento dei margini barenali mediante posa di fascinate, pennelli, frangionda in materiale biodegradabile e piccoli refluimenti di sedimento.

  • Trapianto manuale o meccanizzato di fanerogame marina in ambiente lagunare e marino
  • Realizzazione di infrastrutture leggere per la fruizione di ambienti di pregio (staccionature, percorsi pedonali con passerelle in legno, cartellonistica didattica)